= 14/08/20
= 15:48:51
 
= Storia
= Officine
= Dove Siamo
= Contatti
= Preventivi
= Offerte
= Consigli & News
= Servizi
= Marche Trattate
_______________
 
Visitatori
= 128809 =
Utenti Online
= 2 =
mancinipneumatici.it








News :: 23 / 12 / 2019 :: MICHELIN
Un fattore importante per la sicurezza quando si viaggia è determinato dallo stato dei propri pneumatici. Come la frutta, i pneumatici hanno una durata di conservazione limitata prima di dover essere buttati via. A differenza di una banana però, la salute di un pneumatico non è sempre determinata dal momento dell’acquisto. I pneumatici non sono banane Il produttore di pneumatici francese Michelin ha lanciato la sua campagna “I pneumatici non sono banane”. Il suo obiettivo è quello di educare i clienti a determinare il momento giusto per sostituire i pneumatici della loro auto. Contrariamente a quanto siamo abituati a fare con le date di scadenza di altri prodotti, Michelin afferma che il processo di invecchiamento di un pneumatico non inizia dalla data di fabbricazione (DOT). In realtà inizia una volta che il pneumatico viene gonfiato e installato sull’auto. Questo perché i pneumatici subiscono il massimo dello stress quando vengono utilizzati, non mentre sono stoccati in magazzino. I tempi di invecchiamento Secondo il rappresentante filippino Michael Nunag, capo della Michelin, sono stati condotti tre studi in Corea, Germania e Arabia Saudita che non hanno mostrato differenze di prestazioni tra pneumatici di nuova produzione e pneumatici inutilizzati da tre anni. Ha spiegato: “Lo studio dell’Arabia Saudita ha dimostrato che un pneumatico utilizzato su un veicolo per un anno ha un invecchiamento equivalente a quello di un pneumatico in magazzino per 10 anni. In termini di caratteristiche della gomma del battistrada, ci sono voluti 20 anni di stoccaggio a 40 gradi Celsius per raggiungere le stesse caratteristiche dei pneumatici utilizzati a 40.000 km, dimostrando che i pneumatici invecchiano più rapidamente se usati che se immagazzinati”. Lo studio sudcoreano, nel frattempo, ha testato pneumatici nuovi e vecchi di tre anni in una serie di test ad alta velocità e a bassa velocità. In Germania, set di pneumatici simili sono stati testati per la resistenza al rotolamento. In entrambi gli studi, i lotti di pneumatici nuovi e quelli vecchi di tre anni hanno dato risultati identici. Fissarsi solo sul DOT non è intelligente Nunag dice che il comune equivoco di basare gli acquisti di pneumatici su DOT può essere pericoloso perché i consumatori tendono a fissarsi su di esso invece di mantenere i loro pneumatici correttamente dopo l’installazione. Potrebbero anche scegliere i rivenditori sbagliati sulla base di nuove scorte invece di un servizio di qualità. Quindi, invece di concentrarsi sul DOT, Nunag dice che si dovrebbe prestare attenzione a “mantenere la corretta pressione dei pneumatici, il corretto allineamento, l’ispezione per i danni e le misurazioni della profondità del battistrada”. Michelin raccomanda di rottamare i pneumatici di età superiore ai 10 anni sulle auto. “La raccomandazione è precauzionale e non si basa su basi tecniche”, ha detto Nunag. “I pneumatici subiscono molte sollecitazioni diverse durante la loro vita su un veicolo. A volte il veicolo può essere fuori allineamento, o il pneumatico può essere sottogonfiato. Ostacoli stradali, buche, inondazioni, inondazioni, caldo estremo d’estate: tutto questo si ripercuote sui pneumatici”.